DL 24/2022 : COVID-19 E STATO D’EMERGENZA: CAMBIAMENTI IN VIGORE DAL PRIMO APRILE

 

Il 31 marzo cesserà lo stato di emergenza Covid-19 e inizierà un percorso per il graduale ritorno all’ordinario. Vi saranno alcuni step quali: a) superamento delle zone colorate; graduale superamento del green pass; eliminazione delle quarantene precauzionali.

Vediamo insieme quanto sarà in vigore dal 1 aprile a seguito del decreto-legge pubblicato il 24 marzo in Gazzetta Ufficiale che introduce disposizioni urgenti per il superamento delle misure di contrasto alla diffusione dell’epidemia da COVID-19, in conseguenza della cessazione dello stato di emergenza.

 

Il provvedimento stabilisce:

  • obbligo di mascherine: viene reiterato fino al 30 aprile l’obbligo di mascherine ffp2 negli ambienti al chiuso quali i mezzi di trasporto e i luoghi dove si tengono spettacoli aperti al pubblico. Nei luoghi di lavoro sarà invece sufficiente indossare dispositivi di protezione delle vie respiratorie;
  • fine del sistema delle zone colorate;
  • capienze impianti sportivi: ritorno al 100% all’aperto e al chiuso;
  • protocolli e linee guida: verranno adottati eventuali protocolli e linee guida con ordinanza del Ministro della salute.

 

Analizziamo nello specifico gli aspetti per i luoghi di lavoro.

Accesso al luogo di lavoro
Dal 1° aprile sarà possibile per tutti, compresi gli over 50, accedere ai luoghi di lavoro con il Green Pass Base.

Resta fermo l’obbligo vaccinale fino al 15 giugno 2022 ma per l’accesso ai luoghi di lavoro, i lavoratori ultracinquantenni, potranno nuovamente esibire il c.d. green pass base (certificazione verde COVID-19 rilasciata a seguito di vaccinazione, guarigione e tampone negativo).
L’obbligo di green pass base è stato prorogato fino al 30 aprile 2022 anche per i lavoratori under 50, sembrerebbe quindi che dal 1 maggio verrà definitivamente abolito il GP sui luoghi di lavoro.

 

Fino al 31 dicembre 2022 resta l’obbligo vaccinale con la sospensione dal lavoro per gli esercenti le professioni sanitarie e i lavoratori negli ospedali e nelle RSA; fino alla stessa data rimane il green pass per visitatori in RSA, hospice e reparti di degenza degli ospedali.

 

Misure legate al perdurare della diffusione del COVID-19
Nel nuovo impianto, sono prorogate fino al 30 giugno 2022:

  • le regole dello Smart Working “semplificato”. Nel lavoro privato rimane la possibilità di ricorrere al lavoro da remoto senza l’accordo individuale tra datore di lavoro e lavoratore (art. 90, co. 3 e 4 del DL n. 34/2020);
  • le disposizioni inerenti ai lavoratori fragili e, in particolare, alla prestazione lavorativa in modalità agile (art. 26, 2-bis del 18/2020).
  • Inoltre, fino al 30 aprile 2022, sull’intero territorio nazionale, per i lavoratori che nello svolgimento della loro attività sono oggettivamente impossibilitati a mantenere la distanza interpersonale di 1 metro, le mascherine chirurgiche reperibili in commercio sono considerate dispositivi di protezione individuale (DPI) ex art. 74, co. 1 D.Lgs n. 81/2008.

 

Protocolli di sicurezza anti-contagio
Anche nel nuovo impianto, i Protocolli di sicurezza anti-contagio continuano a costituire il riferimento per lo svolgimento in sicurezza delle attività economiche e produttive.

Di fatto, i Protocolli di Sicurezza non sono legati al perdurare dello Stato di Emergenza bensì all’art. 29-bis del DL n. 23/2020.

Si consiglia pertanto di continuare ad applicare i Protocolli, quali strumenti per assicurare la protezione dell’attività imprenditoriale e dei lavoratori secondo quanto sottoscritto nel protocollo sottoscritto il 24 aprile 2020 e successive modificazioni e integrazioni attendendo la revisione ufficiale alle quali saranno sicuramente sottoposti.

Per qualsiasi informazione rimaniamo a Vostra completa disposizione.

Lo staff Org Numeri